The Word Foundation

THE

PARMA

MAI, 1908.


Copyright, 1908, da HW PERCIVAL.

MOMENTI CON AMICI.

 

I morti vivi in ​​famiglie, in cumunità, è sì ci hè un guvernu?

Quelli chì partenu di sta vita piglianu un restu chì hè longu o cortu, secondu e so bisogni. Dunque seguenu a so esistenza in u statu dopu cume avianu campatu nantu à a terra. Ma ci hè questa differenza, chì mentri a vita in terra hà bisognu di tutti i principii custituenti di un omu per esse presente in stu mondu, u statu dopu hè necessariu solu un veiculu adattatu à l'aereu nantu à u quale a mente, l'ego, funziona.

L'omu hà campatu cù a so famiglia o in una cumunità nantu à a terra secondu a so vulintà, serà ancu u so desideriu di cuntinuà stu tipu di vita in u statu di a morte. Sè ellu hà preferitu una vita solitaria, o una vita dedicata à studiu o ricerca, allora ùn voglia micca una vita tra l'altri; ma in ogni casu, secondu ciò chì era a so vulintà in a vita fisica, cusì a so vuluntà continuarà dopu à a morte.

Dopu a morte, l'omu, l'ego, a mente, cuntinua cù tutte e so facultà, ma menu u corpu fisicu è a forma di quellu corpu fisicu. Induve ci sia u pensamentu è l'interessu, ci serà l'omu. Tuttavia, quandu a mente hè separata da u mondu da a separazione da u so corpu fisicu, u mediu di spressione è di cumunicazione cù u mondu fisicu hè tagliatu è l'omu ùn pò micca esse cun i corpi fisichi di a so famiglia o di a cumunità chì avia occupatu. u so penseru. In ogni modu, se u so pensamentu di famiglia o di cumunità avia statu forte, averia pensatu cun elli o tenendeli in u so pensamentu cum'è unu pò esse pensatu cù a so famiglia o amichi mentre vive in u mondu ancu se ellu vivissi in distante paese. Nunda micca penseri novi, nè deriva alcuna informazione riguardante a famiglia o a cumunità dopu a so morte, nè seranu annantu à elli sapendu u so destinu, cumu hè qualchì volta sbagliatu suppostu. Doppu a morte l'omu vive in i pinsamenti chì avia avutu mentre era in a vita fisica. Pensa à novu quellu chì avia pensatu durante a vita.

Ci hè un mondu di pensamentu, chì hè dopu à tuttu u mondu chì l'omu veramenti vive ancu mentre stà in un corpu fisicu, perchè u mondu hè per ellu mentre u traduce in u mondu di u so pensamentu. Ma ci hè un altru mondu chì si trova trà u mondu di u pensamentu è u mondu fisicu per esse drogatu o intossicatu. U desideriu seria u fattore dominante. Una tale apparizione avissi da agisce assai listessu cum'è unu sottu l'influenza di una droga o intossicante. Tuttavia, a brama si faria manifistà quantunque u druncu face manifestà a so vulintà. Solu in pochi apparizioni di tali corpi di desideriu hè presente a mente. Cume a mente cuncipita da a vita di famiglia o a vita di a cumunità cum'è un ideale in u so mondu fisicu, cusì a listessa mente mantene a vita di famiglia o di a cumunità in u mondu di u pensamentu ideale in u so statu di a morte. Ma mentri in stu mondu fisicu a vita ideale paria esse ombra è vaga è a vita fisica a vera è materia di fattu, ora a cundizione hè inversata; u mondu ideale hè u veru è u fisicu hè completamente scomparatu o resta solu un ideale astratto.

Iè, ci hè un guvernu in i stati dopu à a morte. Ogni unu di i stati dopu a morte hà u so propiu guvernu è e lege di ogni statu cuntrullanu quellu statu. A lege di u statu di desideriu hè indicata da u so nome stessu: u desideriu. U mondu ideale hè guvernatu da u pensamentu. Ogni statu hè cuntrullatu automaticamente da u desideriu, o u pensamentu ideale, ognunu secondu a so natura, è tuttu secondu a ghjustizia.

 

 

Ci hè una punizione o una ricumpensa per e fatti fatte da i morti, sì in a vita o dopu a morte?

Iè, è ogni atta porta u so propiu risultatu, secondu l’azzione è secondu u mutivu è u pensamentu chì hà suscitu l’azzione. Parechji chì agiscenu in questu mondu agiscenu in modu di ignuranza, però, l'azzione porta a so ricumpenza o piena. Quellu chì tira u dischettu di una pistola chì ùn sapia micca era carricatu è tira da u dito, o a manu di un amicu, soffre i risultati fisicamenti quantunque avissi sparatu cù intenzione di ferite. U casticu fisicu hè u stessu. Ma ùn soffre micca a punizione mentale chì s'arricultassi cum'è rimorsu, chì soffreria se ellu avissi realizatu l'azzione cun sapè di ciò chì avissi da succede.

Questa hè applicata à a dumanda mentre vive in u mondu fisicu. Ma ci hè un altru latu chì hè u statu di a morte. Quelli in u statu di morte dopu agiscenu solu com'è effetti seguenti e cause. Stu mondu hè u mondu di cause ancu di l'effetti, ma i stati dopu sò solu di effetti. U corpu di u desideriu cuntinua à agisce dopu à a morte secondu l'impetu permessu durante a vita fisica. Dunque, i fatti fatti da l'entità astrale, o ancu da a mente in u so mondu ideale, sò solu risultati, micca cause. Sò e cunsequenze cum'è recompensa o punizioni per atti fatti in u mondu fisicu. Ma questi fatti ùn sò micca turnati à pena o puniti.

I termini "ricumpensa" è "punizione" sò termini teologichi. Hanu un significatu persunale è egoistu. Ch'ella sia in questu o in l'altru mondu, a vera lege interpreta a punizioni per significà una lezzione datu à u performatore di azione sbagliata. Reward hè a lezione datu à l'esercitu di azzione ghjusta. A lezzione chì hè stata chjamata punizione hè data à u performatore per insegnallu di ùn fà più male. Reward insegna cunsequenze di l'azzione ghjusta.

In u statu di morte dopu, u corpu di u desideriu soffre assai u stessu chì un omu di forti appetiti, quandu ùn hà micca i mezi nè l'occasione di suddisfà l'appetitu. U corpu fisicu hè u mezzu à traversu chì u corpu di u desideriu suddisfà l'appetitu. Quandu u corpu di desideriu hè privatu o cutatu da u so corpu fisicu à a morte, l'appetite restanu, ma ùn hà micca i mezi di gratificà si. Tandu, sì i desideri sò stati intensi è per gratificazione fisica ci hè dopu a morte a fame di u desideriu, o a brusgiata di a passione, ma senza i mezi di ralegrala o d'appressiva. Ma a mente chì l'ideali eranu elevati, sperimenta tutte e gioie chì participanu à a realizazione di questi ideali, perchè hè in u mondu induve sò l'ideali.

Cusì avemu in a morte dopu dichjarazione di punizioni o recompensas, o più currettamente chjamate, e lezioni di azione di dirittu è sbagliatu, cum'è i risultati di i pinsamenti, atti è azioni realizati mentre vive in u mondu fisicu.

 

 

I morti acquisiscenu a cunniscenza?

No, ùn l'anu micca in u sensu propiu di u terminu. Tutti i cunniscenzi chì a mente acquistà deve esse acquistata mentre vive in un corpu fisicu in stu mondu fisicu. Eccu induve deve acquistà cunniscenza se a cunniscenza deve esse acquistata. Dopu a morte, pudemu passà per un prucessu di digerimentu o assimilazione, ma solu di e cose acquistate in stu mondu, in u listessu sensu chì un boi puderia masticà u so cud mentre in u so mangiatu, ma solu quellu chì hà purtatu cun ellu da. u campu. Cusì u partitu vive o digeriscenu quelli desideri, pinsamenti, o ideali, chì hà generatu, sviluppatu è guadagnatu durante a vita. A vera cunniscenza di tutti i mondi deve esse acquistata mentre vive in stu mondu. L'entità ùn pò micca acquistà dopu a morte ciò chì ùn hà micca cunnisciutu durante a vita. Pò magnificà è campà di novu quellu chì hà cunnisciutu durante a vita, ma ùn pò micca acquistà una nova cunniscenza dopu a morte.

 

 

I morti sà ciò chì succede in u mondu?

Certi pò, altri ùn puderanu. Dipende di ciò chì vulemu dì cù "i morti." I corpi di u desideriu di a terra sò l'unica classa di e parechje classi di "morti" chì puderanu sapè ciò chì passa in stu mondu. Ma allora puderanu sapè solu ciò chì passa in quantu à i desideri è à i cravimi chì avianu sperimentatu durante a vita, è chì e cose andate sò in relazione. Per esempiu, u corpu di desideriu di un ubriacu saparia solu ciò chì accadia in u mondu in quantu à u so desideriu di beie è ancu allora solu quandu puderia truvà u quartier è e persone chì eranu addicti à beie. Pò circà u vicinariu per l'attrazione naturale di piace, ma per sperimentà ciò chì stava passendu duverà fà per mezu di u corpu fisicu di quellu chì beve, chì averia da fà entrendu è obsessendu quellu chì beve. Ma u corpu di u desideriu di un stracciatu ùn averia micca prubabilmente ciò chì si passa in u mondu di a pulitica o di a literatura o di l'arte, nè cunnoscerà nè capissi i scuperti in astronomia o in scienze matematiche. Cume ogni persona cerca l'ambiente più piacevule in u mondu fisicu, cusì i corpi di desideri saranu attrati à l'ambienti fisichi adattati à a natura di i so desideri.

A quistione hè, puderianu sapè ciò chì succede ancu in quelle località? U corpu di u desideriu ordinariu ùn pudia micca, postu chì ùn hà micca organi fisici per mezu di quale vede oggetti fisici. Puderà sentu u desideriu è esse vicinu à l'ughjettu di a so espressione, ma ùn puderia vede l'ughjettu à menu chì ellu ùn entri in un corpu umanu è aduprassi l'organi di vista o l'altri sensi per cunnette u mondu fisicu. In u megliu, u corpu di u desideriu ordinariu pò vede i contraparti astrali solu di i desideri di u mondu fisicu.

A mente chì avia tagliatu a so cunnessione cù u corpu è passatu in u so mondu ideale ùn puderia micca sapè ciò chì andava in u mondu fisicu. U so mondu ideale hè per ellu u so celu. Stu celu o mondu ideale cessà di esse tali se tutte e cose in u mondu fisicu sò cunnisciute. L'ideali di u mondu terrestre pò esse cunnisciutu à i partuti in u mondu ideale, ma solu cum'è questi ideali sò listessi, cum'è sò vissuti da a mente in u so mondu ideale.

 

 

Cumu spiegate i casi chì i morti sò stati presentati o in sogni, o per e persone chì eranu sveghjuli, è anu annunziatu chì a morte di certi persone, generalmente altri membri di a famiglia, era vicina?

Un sognu chì ùn hè micca dovutu à una causa fisiologica vene da u mondu astrale o da u mondu di u pensamentu. A morte di una persona annunziata in un sognu significa solu chì quellu annunziatu per mori hà digià stabilitu o generatu e cause chì duveranu induvine a so morte, è e cause così imposte sò riflette in u mondu astrale. Ci pò esse vistu cum'è un ritrattu; tutte e circustanze chì assistenu à a morte pò ancu esse vistu s'ellu hè cercatu. Cusì i sogni, di e morti chì si producenu, secondu l'annunziatu, ponu esse vistu da qualchissia chì entra in cuntattu cù u currente di u pensamentu chì hà causatu l'immagine. In u casu induve qualchissia appare in u sognu significa chì tali apparenza diretta l'attenzione di quellu in sognu versu a morte chì vene. Sta seria fatta sia per pruvà à evità a morte, o per priparà quella per ella, o cum'è un esempiu da nutà da quelli chì ci interessanu.

U listessu principiu seria implicatu in u casu induve u mortu hè statu apparsu è annunziatu a morte falata di un altru à una persona sveglia, salvu chì l'ochji di a persona avaristi sensibilizatu à l'apparenza, o u sensu astrale pronta per capisce a. apparenza. I stessi mutivi seranu applicati. Ma a diffarenza seria chì, mentri a mente vede in sognu più chjaramente chè in a vita svegliara, è dunque l'entità astrale ùn deve micca esse densa, l'apparizione avissi da esse più pronunzia è i sensi fisici messi in ghjocu per percepisce a stessa. I morti chì apparìanu cusì seria u corpu di u desideriu chì era cunnessu o cunnessu in qualche modu cù quellu chì a so morte hà annunziatu. Ma tutte e persone cusì annunziate per morire ùn mori micca sempre cum'è annunziatu. Questu significa (quandu a persona ùn hè micca ingannata da fantasia) chì e cause chì necessitanu assolutamente a morte ùn sò micca stati evucate daveru, ma chì a morte seguitarà a menu chì ùn si stabiliscenu i contrabattuti per evitari. Quandu l'azzione curretta hè cusì presa, a morte pò esse evitata.

 

 

Esistenu i morti attaccati da i membri di ciò chì era a so famiglia quandu era nantu à a terra, è guariscenu nantu à elli; dì una mamma partuta per i so zitelli?

Hè pussibule chì unu di i membri abbandunati di una famiglia pò esse attrattu da unu o da altri di a famiglia s'ellu ci hè un desideriu micca rializatu chì era forte durante a vita. Cum'è, per esempiu, quellu chì vulia trasmette un pezzu di prupietà à un altru chì hà avutu avutu durante a vita per un truccu. Appena la spedizione era stata fatta, o quella intitolata ghjunse in pusessu legale, a vulintà s'era rializata è a mente libera da i legami chì li tenianu. In u casu di una mamma chì fighja i so figlioli, questu hè pussibule solu induve u pensamentu hè cusì forte durante a vita è i mumenti di morte cum'è per mantene a mente di a mamma à e cundizioni di i so figlioli. Ma questu deve esse sguassatu per chì a mamma sia liberata è i zitelli puderanu travaglià u destinu chì anu creatu in a vita antica. Dopu passatu in u so mondu ideale o in u celu, a mamma partita hà sempre pensatu à i zitelli chì sò caru per ella. Ma u so pensamentu di i zitelli ùn pò micca esse disturbatu in u so state ideale, altrimente l'statu ùn sarà micca ideale. Se i zitelli soffrenu ùn pò micca cunnosce senza ella stessa, è a soffrenza ùn hà postu in u mondu ideale. U soffrenu face una parte di e lezioni è di l'esperienza di a vita da a quale a mente chì soffre acquisisce cunniscenze è amparà à vive è pensà è agisce. Ciò chì succede hè chì a mamma, tenendu cun pinsà i zitelli chì li sò caru, pò dannucci in u pensamentu. Ella ùn pò micca fighjulà in elli in u so benessere fisicu, ma pò esse per u so altu ideale trasmette tali ideali quandu i so pinsamenti è e vita risponderanu. In questu modu, ùn solu pò i zitelli di i genitori sò aiutati da quelli chì sò partuti, chì si trovanu in u mondu ideale o u celu, ma tutti l'amichi partuti ponu aiutà quelli chì oraranu in stu mondu se l'ideale di i partuti sò stati alti è nobili durante a so cuntattu è amicizia in a vita fisica.

 

 

In u mondu di i morti ci hè u stissu sole è luna è stelle cum'è in u nostru mondu?

Innò, certamente micca. U sole è a luna è e stelle sò dette da esse corpi fisichi in un universu fisicu. Comu tali ùn ponu esse, nè esse vistu cum'è tali, dopu a morte; perchè se u pensamentu di elli pò esse purtatu in a mente dopu a morte, u pensamentu seria diversu da l'uggetti. L’astronumiu chì u so pensamentu era statu interamente pigliatu da u so studiu mentre viva, pò dopu a morte sia sempre incruciatu cù u so sughjettu, ma ùn puderia vede micca a luna è e stelle fisiche, ma solu i so penseri o l'idee di elli. U sole è a luna è e stelle furnisce à l’esseri in terra trè tippi di luce di sfarente putenza è intensità. A luce di u nostru mondu fisicu hè u sole. Senza u sole ch'è in bughjura. Dopu a morte a mente hè a luce chì illumina l'altri mondi cumu pò ancu illuminà u fisicu. Ma quandu a mente o l'ego lascia u so corpu fìsicu, u fisicu hè in bughjura è a morte. Quandu a mente si separa da u corpu di u desideriu, quellu corpu hè ancu in bughjura è deve ancu mori. Quandu a mente passa in u so statu ideale, illumina i penseri oscuri è l'ideali di a vita. Ma u sole fisicu, o luna, o stelle, ùn ponu micca arricà luce nant'à i stati di a morte.

 

 

Ci hè pussibule per i morti d'influenza nantu à u vivente senza a cunniscenza di i vivi, annunzendu pensieri o azioni?

Iè, hè pussibile è spessu accade chì e entità disembodied, chì i so desideri fussinu forti è a vita di a quale era stata tagliata, anu da a so presenza incitate e persone chì eranu suscettibile, à cumette di crimini chì ùn anu micca fattu senza quella influenza. Questu ùn significa micca chì l'azzione hè dovuta interamente à l'entità disembodied, nè implicà l'innocenza di quellu chì hà cummessu u crimine sottu tale influenza. Semplicemente significa chì l'entità disembodied cercà o esse attratta da quellu chì hè più probabile esse influenzatu. Quellu chì hè più impressiunatu deve esse un mediu senza ideali alti o forza morale, o altru quellu chì i so inclinazioni sò simile à quelli di l'entità chì l'hà impressiunatu. Questu hè pussibule è spessu hè fattu senza a cunniscenza di quellu incitatu à l'azzione. Cusì ancu hè pussibule chì i pinsamenti, chì sò di un caratteru più altu, ponu esse suggeriti à l'altri, ma in un tali casu ùn hè micca necessariu andà à i morti per i pinsamenti, perchè i penseri di i vivi anu assai più putere è influenza cà i pinsamenti. di i morti.

HW Percival