The Word Foundation

THE

PARMA

LULU, 1909.


Copyright, 1909, da HW PERCIVAL.

MOMENTI CON AMICI.

 

Avemu amma di l'animali è pensanu?

Certi animali mostranu una capacità notevule per capiscenu ciò chì li hè dettu è fanu ciò chì li hè dettu cum'è se si capissinu. L'animali ùn anu micca menti cum'è l'omu capisce a parolla, nè ùn pensanu micca, ancu s'elli pare chì capiscenu assai ciò chì hè dettu è fanu assai di e cose chì ci sò dette di fà. A mente hè u principiu individualizante in l'omu chì u provoca è li permette di pensà à ellu stessu cum'è I am-I. L'animali ùn anu micca questu principiu è nulla in i so azzioni o u cumpurtamentu suggerissi chì a tenenu. Senza avè a mente, ùn ponu micca pensatu perchè u pensamentu hè pussibule solu da a presenza di a mente cun desideriu. L'animali anu u desideriu cum'è u so principiu dominante è attuatore, ma ùn anu micca mente cumu anu corpi d'animali umani.

In un altru sensu ch'è in l'omu, l'animali hà a mente. U sensu in quale un animali pò esse dichjaratu chì hà una mente hè chì agisce da l'impulsu di a mente universale, senza tali principiu individualizante. Ogni animali, chì ùn hè micca immediatamente sottu a influenza di l'omu, agisce sicondu a so natura. Un animali ùn pò micca agisce di manera diversa da a so natura, chì hè a natura animale. L'omu pò agisce sicondu a so natura animale di manera stretta, o secondu l'istinzioni umane ordinarie è i costumi suciali o di l'affari, o ellu pò trascende l'animali è l'omu umanu ordinariu è agisce in un modu santu è cum'è Diu. Questa scelta di a so azione chì l'omu hà, hè pussibile perchè ellu hà una mente o hè una mente. Sì l'animali avia o era una mente seria pussibule chì una certa scelta sia nutata in a so azzione. Ma un animali ùn agisce mai sfarente da quella specie à chì appartene, è quale specie determina a natura è azzione di l'animali. Tuttu questu si applica à l'animali in u so statu naturale o nativu o in e so cundizioni è quandu ùn hè micca interferitu è ​​ùn entra micca sottu l'influenza immediata di l'omu. Quandu l'omu porta un animali sottu a so influenza, cambia questu animali finu à chì eserciteghja a so influenza. L'omu hè capace di eserciteghja a so influenza mentale annantu à l'animali in modu simili in quale esercite l'influenza di a so mente nantu à l'animali in ellu stessu. U desideriu hè u principiu di l'animali, mintendu u principiu caratteristicu di l'omu. U desideriu hè u veiculu di a mente. U desideriu hè a materia cun quale mente funziona. A ragione chì l'animali ponu esse furmati per ubbidì à i cumandamenti di l'omu hè perchè u principiu di u desideriu risponderà à l'azzione di a mente è ubbidisce à i so dicti quandu a mente persiste in i so sforzi per guvernà l'animali. L'animale dunque ùn faci micca u penseru quandu a realizazione di l'ordini di un omu. L'animali simpricimenti ubbidisce automaticamente u pensamentu di a mente chì u dirige. In illustrazione di questu pò esse dichjaratu chì ùn hè statu cunnisciutu alcun animali per capisce è ubbidisce à un ordine chì hè diversu da l'altri ordini prima di dà. Ogni cosa chì face hè simile in natura à ciò chì hè statu struitu da l'omu di fà. U caratteru di mente hè di pianificà, di paragunà, di urighjà. Nimu animali hà a capacità o a capacità nè di pianificà una cosa, di paragunà per argumentu, o di originà un cursu d'azzione per ellu stessu o un altru animale. L'animali realizanu scherzi o obeite ordini perchè sò stati struiti è furmati per fà è ubbidì è questu hè dovutu à a mente di l'omu ghjittatu nantu à a voglia di l'animali chì riflette u so pensamentu in azzione.

 

 

Sarà una influenza maligna à l'omu truvatu da a presenza di animali domestici?

Chì dipende da l'omu hè più ch'è da l'animali. Ogni pò aiutà l'altru, ma quantu à l'aiutu pò esse dannatu o da u danu fattu hè da esse decisu da l'omu. L'animali hè aiutatu da l'associu cù l'omu se l'omu insegnerà è cuntrullà l'animali cun gentilezza. L'animali in u so statu salvaticu è nativu ùn hà micca bisognu di aiutu umanu, ma quandu per l'allevu è a domesticazione l'omu porta l'animali sottu l'influenza di a so mente, l'animali ùn hè più capace o hà a pussibilità di caccia per u so propiu alimentu per ellu stessu è ghjovanu. . Allora l'omu diventa rispunsevule di l'animali; è avè assumitu tali rispunsabilità hè di duverà l'omu di cura di è prutegge l'animali. L'omu ùn si fa micca perchè ellu desidera l'elevazione è l'educazione di l'animali, ma perchè ellu vole desideriu di mette l'animali. In questu modu avemu domesticatu animali cum'è u cavallu, a vacca, l'ovella, a capra, u cane è l'acelli. L'entità chì animanu i corpi di l'animali sò stati educati à certi usi cù i corpi di l'animali preparatori per animà un corpu umanu in una certa evoluzione futura o mondu. In stu modu ci hè un scambiu fattu trà l'animali, è l'omu. L'animali hè struitu da l'omu per i servizii chì dà l'omu. U principiu di u desideriu di l'animali hè agitu da a mente di l'omu, è per tale azione è reazione cuntinui u principiu di u desideriu di l'animali hè preparatu da u principiu umanu di a mente di l'omu, in modu chì in qualchì tempu distante u principiu di u desideriu. di l'animali pò esse purtatu à un statu chì li permette di assucià immediatamente è direttamente cun a mente. L'omu cumparisce megliu u so duveri s'è rende u so compitu intelligente è allegru invece di forza di circustanze è di tristezza. L'omu aiutarà l'animali se li guarda in a luce ghjustu delinciata è li trattarà amabilmente è cun cunsiderazione è li mostrarà un certu affettu; poi rispundessinu à i so brami in una manera chì li maraviglieria. In mustrà affettu, però, deve esse cura. Un tale affettu ùn deve esse quellu di un imbarcu scemu è capricciusu, ma l'affettu chì si senti per l'ànima in tutte e cose vivente. Se l'omu faria questu, avissi sviluppatu l'animali è li risponderanu in una manera chì faria l'omu attuale pensà di manera positiva chì l'animali anu avutu intelligenza in u sensu di avè a facultà di ragiunamentu. Ma ancu allora, se l'animali pareva agisce assai più intelligente ch'è u megliu facenu in l'oghje, ùn serebbe ancu pussede u putere di u pensamentu o di a facultà di ragiunamentu.

L'associu trà l'omu è l'animali hè male è perniciusu quandu l'animali sò purtati fora da a so sfera da l'omi umani stupiti è fatti per riempimentu un locu chì ùn hè micca animale, umanu nè divinu. Questu hè fattu da omi o donne chì tentanu di fà un idolu da qualchì animali animale. Normalmente un cane o un gattu hè sceltu per stu scopu. A mascota hè fatta un oggettu di adorazione o adore. U poveru umanu deriva da un core inghjustu una ricchezza di parolle stupose nantu à l'ughjettu di a so adorazione. L'idolizazione di l'animali animali hè stata purtata in tali estremi in quantu à avè l'animali di animali adattatu in l'ultime o in moda speciali è fattu per portà collarini di ghjuvelli o altri ornamenti, è per avè assistenti appiccicati spicciati per a pulizziazione di u perfume è l'alimentazione. In un casu, caminavanu cù un cane o l'anu cundottu in una carruzza speciale chì puderia avè l'aria fresca senza esse fatigata. L'animale hè stata cusì nutricata da a so vita è quandu a morte hè stata pusata in un casciò elaboratu; ci sò stati cerimonii è hè stata seguita da u so adoratore è i so amichi finu à un cimiteru apposta preparatu per ellu, induve stava pusata in un ambiente piacevule è un monumentu pusatu sopra per commemore u triste avvenimentu. Un animali ùn deve esse culpèvule per questu; ogni culpa hè di esse attaccata à l'omu. Ma l'animali hè feritu per tale azione perchè hè alluntanatu da a so sfera naturale è mette in una sfera induve ùn appartene micca. Ùn hè poi impussibile di ritruvà a sfera da a quale hè stata presa è hè incapace di agisce in modu naturali, utile è currettamente in a pusizione data da l'omu anormale. A tali azione hè un abusu di opportunità di pusizione da l'omu, chì rinuncerà ogni dirittu è dichjarà per tali abusu in una pusizione simili in una vita futura. A pessima opportunità di pusizione, a perdita di soldi, a degradazione di l'altri esseri umani in ubligalli à esse servitori di l'animali, è in adattà l'animali à u locu detti, deveranu tutti esse pagati in miseria, delusione è degradazione in a vita futura. Ci hè uni pochi punizioni troppu severi per un omu chì face un idolu da un animali è adora quellu animali. Tale azione hè un tentativu di fà un potenziale diu u servitore di una bestia, è un tali tentativu deve riceve u so ghjustu deserti.

In certe cundizioni l'influenza di l'animali hè assai dannuu à certi esseri umani. Per esempiu, quandu una persona hè debule o dorme un gattu o un cane vechju ùn deve micca esse permessu di toccu u corpu, perchè quandu u corpu ùn hà micca a presenza di a mente o chì a mente ùn hè micca consciente in u corpu umanu, u magnetismo animale. di u corpu umanu serà attrattu da u ghjacaru o u ghjattu o un altru animale chì li tocca. L'animali si instinuttiva inturniatu vicinu o toccu u corpu umanu perchè riceve una certa virtù da ellu. Una prova di questu hè chì un cane, un cane anzianu soprattuttu, si staccherà sempre contru à un corpu umanu. Questu face per un doppiu scopu; per esse scuperte, ma più particularmente perchè riceve una certa influenza magnetica da u corpu umanu chì si adatta. Si pò nutà di solitu chì un gattu selezziunate una persona chì si stà addurmintata è si arricchjerà nantu à u pettu è purificamente cuntenta perchè assorbe u magnetisimu di a persona dorme. Sì ci hè continuatu a notte dopu à a notte a persona diventerà più debule è più debule finu à ancu a morte pò risultà. Perchè l'animali pò assorbe u magnetisimu da l'omu, questu ùn duverebbe micca fà chì l'omu scurga un animale o chì ùn sia scunnisciutu, ma piuttostu fà chì ellu aduprassi u so ghjudiziu in u trattamentu cù l'animali; criature; ma ancu duverà furmàlli per l'eserciziu di a disciplina, chì li educarà in esseri utili è dipendenti, invece di permettere di fà cum'è piacenu, perchè ellu hè troppu lagnante o imprudente per furmallu o perchè vede stolte è stravaganti. indulgenza di i so impulsi.

HW Percival