The Word Foundation

THE

PARMA

♊︎

Vol. 17 MAI, 1913. N ° 2

Copyright, 1913, da HW PERCIVAL.

IMMAGINAZIONE.

L'OMU piace u travagliu di l'imaginazione, ma raramenti o mai ùn ne pensa mai cusì chì sapi ciò chì hè, cumu si travaglia, quali fattori sò impiegati, quali sò i prucessi è i risultati di u travagliu, è quale hè u veru scopu di l'imaginazione. . Cum’è altre parolle, cume l’idea, a mente, u pensamentu, l’imaginazione sò di solitu aduprate indiscriminativamente o senza significatu definitu. E persone parlanu di l'imaginazione cun elogie, cum'è un uttenimentu o un attributu di grandi omi chì a capacità è u putere anu furmatu destini di nazioni è di u mondu; è a stessa persone parlarà d'esse cum'è e caratteristiche di l'altri chì ùn sò micca pratichi, chì anu una fancia vagante è di menti debbuli; chì e visioni di tali ùn sò inutile, i so sònnii ùn sò mai materializati, sperendu ciò chì ùn succede mai; è, si vedenu cù pietà o disprezzu.

L'imaginazione continuarà à svanà i destini. A purterà alcune in l'altezza è l'altri in a prufundità. Pò fà o fà sminticà l'omi.

L'imaginazione ùn hè micca una nebulosa intangibile di sogni, fantasie, allucinazioni, fantasmi, illusioni, notti vuci. L'imaginazione face e cose. E cose sò fatta in imaginazione. Ciò chì hè fattu in l'imaginazione hè cusì reale per quellu chì a face cumu sò i prudutti di l'imaginazione quandu sfruttati à usi fisichi.

Quì hè vera à l'omu di quale ellu hè cunuscenza. L'omu si rende conscientu di e cose affinchendulu l'impulsione nantu à ellu o da turnendu a so attenzione per elli. Ùn capisce micca quellu di ciò chì hè cunnuscenza, finu à quandu hà datu l'attenzione è prova di pensà è capisce. Quandu pensa è prova à capisce, l'imaginazione sparisce e so forme novi; viderà significati novi in ​​forme vechje; hà da amparà à fà forme; è capirà è aspetta l'arte finale di l'imaginazione, in a scumessa è in a forma di a forma.

L'imaginazione ùn dipende micca da u tempu nè da u locu, anche se à volte a facultà di l'imaghjine in l'omu hè più libera è più attiva chè à l'altri, è ci sò posti più adattati cà l'altri à u travagliu, micca u ghjocu, à l'imaginazione. Hè dipende da a dispusizione, u temperamentu, u caratteru, u sviluppu di l'individuu. U tempu è u locu anu assai à fà cù u sognatore chì vole chì e cose accadessinu è spera opportunità è umore, ma l'imaginatore crea opportunità, spinteghja l'umore da ellu, face e cose accade. Cun ellu, l'imaginazione travaglia in ogni mumentu è in ogni locu.

Quelli chì imaginanu sò o negativi o pusitivi, passivi o attivi, sognatori o immaginatori. I pinsamenti di u sognu sò suggeriti da i sensi è i so oggetti; L'imaginatore di l'imaginatore hè più prubabile di esse causatu da u so pensamentu. U sognatore hè sensitivu è passivu, l'imaginatore sensitivu è pusitivu. U sognatore hè quellu chì a so mente, attraversu a so facultà di imaghjine, riflette o adopta e forme di l'ogetti di i sensi o di i pinsamenti, è chì hè sbulicatu da questi. L'imaginatore o l'imaginatore hè quellu chì porta attraversu a so facultà di l'immagine, a materia in forma, guidata da u so pensamentu, secondu a so cunniscenza è determinata da u so putere di vuluntà. Pensieri strani è forme è soni sensuali attrae u sognatore. A so mente li seguita è ghjuca cun elli in i so rambuli, o hè attaccatu è tinutu da elli, è a so facultà di l'imagine hè guidata è obligata à dà l'espressione mentre dirigenu. L’imaginatore riduce a so facultà d’imagine è chjude i so sensi pensendu in modu stantu finu à avè truvatu u so penseru. Cume a semente hè colata in u ventre di a terra, cusì u pensamentu hè datu à a facultà di l'imaghjini. Altri penseri sò escluduti.

Riposendu infine nantu à a cunniscenza latente in a mente è da u putere di a vulintà, l'imaginatore stimula a facultà di l'imagine cun u so pensamentu finu à u travagliu di l'imaginazione cumencia. Sicondu a cunniscenza latente di l'imaginariu è da u putere di vuluntà, u pensamentu piglia a vita in a facultà di l'imaghjini. I sensi sò dopu chjamati in usu è ognunu serve in u travagliu di l'imaginazione. U pensamentu chì hà pigliatu forma in l'imaginazione, hè a figura centrale in un gruppu o un gruppu di forme, chì piglianu u so culore da ellu è chì influenza finu à u travagliu di l'imaginazione hè fatta.

U funziunamentu di l'imaginazione hè mostratu in u casu di un autore. Pensendu, gira a so luce mentale nantu à u sughjettu chì vole à pruducia è si agitanu cun fervore cum’ellu pensa. I so sensi ùn ponu micca aiutà, si distrughjenu è cunfundenu. Per via di u pensamentu cuntinuatu, ellu clarifica è fucalizza a luce di a so mente finu à truvà u sughjettu di u so pensamentu. Pò entre in a so visione mentale gradualmente cum'è da una nebbia pesante. Pò lampi à l'inseme cume fulmine o raghji di un raghju di sole. Questu hè micca di u sensu. Chì ghjè questu i sensi ùn pò micca capisce. Allora a so facultà di imaghjina hè à u travagliu, è i so sensi s'impegnanu attivamente in u costumamentu di e caratteri à a quali forma a so facultà di imatge. L'uggetti di u mondu senza sò usati in quantu ponu serve cum'è materiale per l'ambientazione di u sughjettu in u so mondu. Cumu i caratteri crescenu in forma, ogni sensu cuntribuisce agghiuncendu tonu o muvimentu o forma o corpu. Tutti sò rializati vive in u so ambiente chì l'autore hà dumandatu da l'opera di l'imaginazione.

L'imaginazione hè pussibile per ogni umanu. Cù alcuni i puteri è e capacità per l'imaginazione sò limitati à pocu nimu; cù altri sviluppati di manera straordinaria.

I puteri di l'immaginazione sò: u putere di desideriu, u putere di pensà, u putere di a vuluntà, u putere di sintimu, u putere di agisce. A desiderazione hè u prucessu di a porzione turbulenta, forte, attrattiva è senza intelligenza di a mente, esigene l'espressione è a satisfaczione da i sensi. U pensamentu hè a focu di a luce di a mente nantu à un sughjettu di u pensamentu. A vuluntà hè a cunvince, per pensamentu, di quellu chì unu hà sceltu di fà. Sensazione hè a trasmissione di l'impressioni ricevute per mezu di l'organi di sensu à e facultà di a mente. L'azzioni hè fattu quellu di ciò chì si vole o se a vulintà.

Sti puteri venenu da a cunniscenza chì a mente hà acquistatu in u passatu. I nozioni populari sò sbagliati, chì l'arti di l'imaginazione hè un rigalu di a natura, chì i puteri utilizati in l'imaginazione sò dotazioni di a natura o u risultatu di l'eredità. I termini doni di natura, eredità è providenza significheghjanu solu ciò chì hè ghjuntu da i sforzi di un omu. L'arte è a dotazione di l'imaginazione è i puteri utilizati in l'imaginazione sò l'eredità in questa vita prisente di una parte di ciò chì l'omu avia acquistatu per sforzu in a so vita passata. Quelli chì anu pocu putere o desideriu di l'imaginazione anu fattu pocu sforzu per acquistà.

L'imaginazione pò esse sviluppata. Quelli chì anu pocu, ponu sviluppà assai. Quelli chì anu assai ponu sviluppà di più. I sensi sò aiuti, ma ùn significa micca in u sviluppu di l'imaginazione. I sensi difettui seranu aiuti difettosi, ma ùn ponu micca impedisce u funziunamentu di l'imaginazione.

L'immaginazione hè uttenuta per a disciplina è l'eserciziu di a mente in u travagliu di l'imaginazione. Per disciplinare a mente per l'imaginazione, sceglite un sughjettu astratto è impegnà à pensà à questu à intervalli regulari finu à chì sia vista è capitu da a mente.

Un sviluppa l’imaginazione à u gradu in quale disciplina a mente per u scopu. A cultura di i sensi aghjusta certi valori superficiali à l'effetti di u travagliu di l'imaginazione. Ma l'arti in l'imaginazione hè arradicata in a mente è hè trasmessa à o per i sensi per mezu di e facultà di a mente chì anu da fà cù l'imaginazione.

Pè esse cunclusu in u numeru di ghjugnu